Home

Risorse

Chi è online

 6 visitatori online
Amnesty International 
IO PRETENDO DIGNITÀ
Benvenuto nel sito Movimento Rinnovamento Democratico
Lettera alla Sottosegretaria On.le Biondelli Stampa l'articolo
Scritto da Administrator   
Martedì 21 Ottobre 2014 01:10
 
Gentile Sottosegretaria on.le Biondelli,    
Nell'incontro che lo scrivente movimento ha avuto con lei il 16 giugno 2014,  le è stato consegnato un documento contenente precise richieste.  
In primo luogo le è stato chiesto di consentire la partecipazione al tavolo ministeriale in corso anche alla libera rete dei disabili che composta da alcune sigle di associazioni e raggruppamenti di persone con disabilità.    
Purtroppo si è dovuto registrare il rifiuto da parte sua ad una richiesta che avrebbe significato una più ampia applicazione del principio di democrazia partecipativa e il riconoscimento di fatto del pluralismo della rappresentanza dei diritti e degli interessi delle persone con disabilità grave ora monopolio inammissibile di alcune associazioni, in base a un superato e vetusto  concetto di rappresentanza.    
 
Pertanto non essendo stata consentita la nostra partecipazione alle riunioni del tavolo ministeriale chiediamo che:  
1. Non si proceda di fatto alla divisione dei disabili gravi con l'aggiunta dei disabili gravissimi che è una pura invenzione frutto di una inaccettabile astuzia.  Disabili gravi sono tutte quelle persone con disabilità riconosciuta al 100% dalla legislazione in vigore.    
2. Il fondo per la non autosufficienza sia destinato a tutti i disabili gravi senza riserve di quote per patologia e confusione fra soggetti che devono essere a carico del servizio sanitario nazionale e soggetti con bisogni la cui risposta è di preminente pertinenza delle politiche sociali.  
 
Per quanto attiene le linee guida sulla disabilità chiediamo:
  1. ESIGIBILITA' DEI DIRITTI DEI DISABILI E DELLE LORO FAMIGLIE;
2. Risposte ai bisogni delle persone disabili non collegate all'ISEE (INDENNITA' DI ACCOMPAGNAMENTO, PROVVIDENZE, PRESTAZIONI E SERVIZI);
3. LIBERTA' DA PARTE DI TUTTI IDISABILI E DELLE LORO FAMIGLIE NELLA SCELTA DELLA FORMA DI ASSISTENZA INDIRETTA DOMICILIARE;
4. DESTINAZIONE DELLE RISORSE PER LE POLITICHE SOCIALI FISSATE IN BILANCIO NON TRASFERIBILI O IMPIEGATE PER ALTRE VOCI DI SPESA.
5. RICONOSCIMENTO DEL CAREGIVER FAMILIARE;
6. PARTECIPAZIONE ALLE CONSULTAZIONI ISTITUZIONALI NAZIONALI (GOVERNO, PARLAMENTO, MINISTERI).
7. RISORSE FINANZIARIE PER LA DISABILITA' PARI A UN MILIARDO DI EURO.  
 
Coordinatore Movimento Disabili Rinnovamento Democratico Prof. Michele Lastilla
Libera rete dei disabili  
MOVIMENTO DISABILI RINNOVAMENTO DEMOCRATICO
CF 93363130720
CELL. 3343819705   
 
Sito ripristinato Stampa l'articolo
Scritto da Administrator   
Domenica 06 Luglio 2014 02:38

 

 

 

 

 

SIAMO DI NUOVO ON-LINE!!!

 
Pensioni: Cgil, marcia indietro Inps, ritirata circolare invalidi Stampa l'articolo
Scritto da Administrator   
Lunedì 14 Gennaio 2013 23:05
 UFFICIO STAMPA
  
Pensioni: Cgil, marcia indietro Inps, ritirata circolare invalidi

Daita: "Grande soddisfazione, frutto nostra mobilitazione"


Roma, 14 gennaio - Marcia indietro dell'Inps e ritiro della circolare 149 del 28 dicembre, quel provvedimento cioè che ha creato scalpore nei giorni scorsi, come denunciato dalla Cgil, perché prevedeva che gli invalidi civili al 100%, per avere la pensione di invalidità, dovessero fare riferimento non più al reddito personale ma anche, a quello del coniuge.

Il direttore generale dell'Inps Mario Nori ha infatti diramato oggi un provvedimento dove si prevede che 'sia nella liquidazione dell’assegno ordinario mensile di invalidità civile parziale, sia per la pensione di inabilità civile si continuerà a far riferimento al reddito personale dell’invalido'.

Una decisione accolta con favore dalla Cgil, fa sapere la responsabile dell'ufficio politiche della disabilità, Nina Daita, "siamo soddisfatti del risultato raggiunto dopo le pressioni fatte nei giorni scorsi e l'ampia mobilitazione nei confronti di un provvedimento che si prefigurava come palesemente iniquo e vessatorio nei confronti del mondo della disabilità".


Giorgio Saccoia
Ufficio Stampa Cgil Nazionale
Corso d'Italia 25 - 00198 Roma
Cell: 335.63.88.949
Tel: 06.84.76.516
email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 37